mani

Kinesiologia applicata

La Kinesiologia Applicata (o meglio Neurochinesiologia), è una disciplina diagnostica, non nosologica, basata sulla rilevazione di alcuni deficit reversibili di coordinazione muscolare da parte del Sistema Nervoso Centrale. Fu introdotta alla fine degli anni cinquanta negli Stati Uniti dal chiropratico George Joseph Goodheart. Oggi, la KA è una disciplina basata sulla valutazione della presenza di alterazioni neurologiche del soggetto dovute a disturbi strutturali, metabolici o psico-emotivi. Lo strumento principale della KA è il test muscolare di precisione. Esso è un metodo non mirato alla misurazione della forza in una determinata regione, ma consiste in una vera e propria valutazione manuale finalizzata a verificare se la gestione neurologica di un gruppo muscolare, da parte del Sistema Nervoso Centrale, sia normale ovvero anomala. In effetti, in molte disfunzioni e/o vere e proprie malattie (strutturali, metaboliche o psicologico-emotive) il cattivo funzionamento dei recettori delle aree interessate possono creare difficoltà nell’elaborazione cerebrale che causa disturbi nella coordinazione muscolare volontaria. Di conseguenza, grazie ai test kinesiologici è possibile avere una indicazione ulteriore del grado di equilibrio/squilibrio di un soggetto.